rotate-mobile
Cucina

Due realtà gastronomiche casertane nella Guida Foodies 2016 del Gambero Rosso

Caserta - Due realtà della gastronomia di terra di Lavoro sono entrate a far parte della Guida Foodies 2016 del Gambero Rosso. Si tratta de "Il giardino di Ginevra", pasticceria di Casapulla e del Mini Caseificio Costanzo di Lusciano.  La guida...

Due realtà della gastronomia di terra di Lavoro sono entrate a far parte della Guida Foodies 2016 del Gambero Rosso. Si tratta de "Il giardino di Ginevra", pasticceria di Casapulla e del Mini Caseificio Costanzo di Lusciano. La guida senza schemi, senza voti e classifiche, l'unica guida che si prende la libertà di raccontare ogni volta altre storie, la guida che ti spiazza, che ogni anno ti costringe a sfogliarla da cima a fondo perché non ti dà "certezze". La guida che ti racconta tanti piccole e grandi storie, anche agli antipodi magari. Ad una condizione, però, che siano sotrie "vere", che trasmettano piacere e passione per il cibo. Al Lingotto Fiere di Torino, il Mini Caseificio Costanzo oltre ad essere stato segnalato con la Stella Foodies 2016 ha ottenuto il prestigioso Premio Foodies 2016: sono solo 6 i produttori che in tutta Italia possono fregiarsi di tale riconoscimento nella Categoria ?Comprare?; 12 in totale i riconoscimenti assegnati tra le due Categorie ?Comprare? e ?Mangiare?.

Così si presenta "I Giardini di Ginevra": "I ?menù? ?sono creati con l'intento di proporre un viaggio nel mondo del ?#?cibo? semplice ma di ?qualità?, con prodotti ricercati nel ?#territorio? e anche no (perché il buono di certi prodotti è anche altrove)nella creatività e nella fantasia di trasformare una ?#?pietanza? con innovazione fedele sempre alla ??tradizione?, per risvegliare la memoria del viaggiatore che ne diverrà narratore.Ogni preparazione è pensata, gli abbinamenti nascono dalla passione, dai ricordi, dai ??profumi? ,dai ??colori? che gli elementi portano insiti nella loro natura ,perciò il rosso di un pomodoro diverrà l'appassionata vellutata di una parmigianina ammollicata, oltresi si può scoprire senza meravigliarsi che il cacao sia il punto di forza di una serie di entrè salate,cosi come le melanzane o le zucchine diventano delicatissimi e profumati dessert, dedicati interamente a i profumi dell'orto assieme a lavanda o rose che arricchiscono mousse e rosoli. Il cibo è storia scritta, del nostro ??passato?, è il nostro presente,sarà il nostro futuro, è compito del cuore di ognuno proporlo al meglio,qualificandolo, preservandone la genuinità e la qualità, affinché finalmente si possa dire "siamo ciò che mangiamo .... cioè uomini migliori"

Progetti imprenditoriali illuminati e coraggiosi, che battono nuove strade e superano vecchie categorie, storie diverse e anche paradossali tra loro, accomunate dal desiderio di valorizzare il buono della nostra penisola: ecco le stelle Foodies. Sono giovani chef che dopo grandi esperienze tornano a casa a raccontare il loro territorio, cucine di qualità e materia prima eccellenti che viaggiano su food truck, masserie, caseifici e altri produttori che coniugano artigianalità e tecnologia con risultati d?eccellenza, fast food che soddisfano i palati più esigenti, locande, agriturismi e altri luoghi in cui si fondono a perfezione cibo e accoglienza. Tra queste 28 stelle una giuria di giornalisti ha poi selezionato 12 chicche a cui va il premio Foodies 2016, contraddistinte da una stellina rossa (in basso la lista completa). Ma sono oltre 600 gli indirizzi da scoprire sfogliando la guida; 600 operatori che lavorano ogni giorno nella piccola e media imprenditoria italiana con grandi sacrifici e una passione granitica che in questi anni ha risposto al crescente interesse intorno ai luoghi buon mangiare alzando continuamente l?asticella della qualità. Buona lettura e buon viaggio.

I locali che hanno riscosso le maggiori preferenze sono stati selezionati da parte della giuria, composta quest?anno da: Gioacchino Bonsignore (TG5), Eleonora Cozzella(Espresso Food&Wine), Luigi Cremona (Touring Club), Giacomo A. Dente (Il Messaggero), Bruno Gambacorta (TG2-Eat Parade), Licia Granello (La Repubblica), Cristina Latessa (ANSA), Antonio Paolini (giornalista e critico enogastronomico) Anna Scafuri (TG1)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due realtà gastronomiche casertane nella Guida Foodies 2016 del Gambero Rosso

CasertaNews è in caricamento