menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100821124636_Pasta

20100821124636_Pasta

Dopo 'Il Senso della Pasta' del 2009, arriva 'L'Incanto della Pasta'

Gragnano - Ormai giunta alla decima edizione, la Festa della Pasta, attraverso la nuova impronta tematica conferitagli, assume sempre più i connotati di un vero e proprio grande evento a carattere internazionale. Fortemente voluta...

Ormai giunta alla decima edizione, la Festa della Pasta, attraverso la nuova impronta tematica conferitagli, assume sempre più i connotati di un vero e proprio grande evento a carattere internazionale. Fortemente voluta dall'Amministrazione Patriarca e dal Consorzio Città della Pasta la kermesse punta a valorizzare ancora di più la produzione di qualità di un prodotto conosciuto e riconosciuto in tutto il mondo tra le eccellenze agroalimentari.

Nel week-end che va dal 3 al 5 settembre 2010 la pasta di Gragnano indosserà nuovamente le vesti di protagonista assoluta della scena. Se nel 2009 i percorsi sensoriali hanno condotto migliaia di visitatori alla scoperta delle molteplici sfaccettature dei cinque sensi, e non, della pasta, quest'anno la parola d'ordine sarà il surreale. La pasta dominerà uno scenario costituito da immagini oniriche al di fuori da ogni concetto materiale.
Sarà solo l'indefinibile insieme di tonalità dorate, proprie della pasta, a dare colore ad un universo dipinto solamente dal bianco e dal nero, popolato da figure fantastiche, veli impalpabili, luci fiabesche. I visitatori saranno immersi in un contesto abitato da fate, elfi, statue di cera, ballerine dai lunghissimi drappi candidi e dalle splendide maschere veneziane decorate di piume. La storica via Roma si rivestirà totalmente di bianco: le finestre e i balconi saranno adornati di veli, il cielo sarà un immenso manto di un bianco impalpabile, animato da fiaccole e da leggiadre mongolfiere sospese nell'aria. Giocolieri e funamboli balzeranno da un lato all'altro della strada, vestiti da colori candidi che di notte diventeranno luminescenti. Grandi cubi di tessuto bianco prenderanno le forme dei ballerini che danzeranno al loro interno. L'antica via della pasta, fino alla Valle dei Mulini, farà da sfondo a magnifici ologrammi che catapulteranno il visitatore in un universo parallelo, dove l'unica cosa che sarà possibile assaggiare, testare, riconoscere, sarà la pasta. Una vera e propria fiaba avvolta in un'aria da sogno battezzata con il nome: L'Incanto della Pasta. Un insieme di magiche atmosfere da vivere intensamente per tre emozionanti giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento