menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100521062847_Piazzaiuolo

20100521062847_Piazzaiuolo

9 Campionato internazionale del Pizzaiuolo Napoli-Trofeo Caputo

Nola - Non c'è una vera pizza napoletana senza un vero "pizzaiuolo". Per decidere chi merita questo titolo, e diventarne ambasciatore nel mondo, ecco che presso il Vulcano Buono, a Nola, a due passi da Napoli, dal 25 al 26 maggio, si incontreranno...

Non c'è una vera pizza napoletana senza un vero "pizzaiuolo". Per decidere chi merita questo titolo, e diventarne ambasciatore nel mondo, ecco che presso il Vulcano Buono, a Nola, a due passi da Napoli, dal 25 al 26 maggio, si incontreranno 150 maestri della pizza. Tutti insieme per disputare il "9° Campionato Internazionale del Pizzaiuolo Napoli-Trofeo Caputo" e aggiudicarsi il titolo di ambasciatore di "Pizzaiuolo napoletano-Trofeo Caputo". Arriveranno dal Giappone, Francia, America, Canada, Spagna, Italia. Tra di loro anche alcune donne pizzaiole campane, una francese e una ucraina. Tutti si esibiranno, a partire dalle 14,00, con la pizza napoletana Stg (Specialità tradizionale garantita) e una giuria, formata da esperti del settore, aggiudicherà il titolo di "Pizzaiulo Napoletano-Trofeo Caputo"
L' evento si terrà nell'ambito di Pizzafestival (25-30maggio) quando 17 pizzerie mobili napoletane sforneranno pizze dalle 17,30 alle 24,00 per soddisfare il pubblico che affollerà la kermesse.
Inoltre, per movimentare ancora più l'evento, gli organizzatori, presieduti da Sergio Miccù, responsabile dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletani, hanno inserito anche due gare: la pizza più grande e quella più veloce. E già corre voce che i più bravi saranno i 20 pizzaioli della delegazione americana ma, si sa, alle gare bisogna prima partecipare per vincere.
Al momento gli stranieri risultano così divisi: 20 della delegazione giapponese; 7 francesi;5 pizzaioli spagnoli; 10 americani, tra questi sarà presente il pluricampione Tony Gemignani.
Tra i giapponesi spicca il nome del campione Akinari Pasquale Makishima, dove il nome italiano adottato da Akinari è stato aggiunto in onore del suo maestro napoletano.
"Anche quest'anno il Trofeo conferma le sue caratteristiche internazionali - ha dichiartato Carmine Caputo - il marchio Pizza Napoletana Stg consacra e conferma tutti i lati positivi e la storia che rendono grande questa tradizione, questo mestiere e le mani dei nostri pizzaioli che garantiscono nel mondo questa eccellenza gastronomica ". "La nostra sarà una gara, ma è soprattutto una festa. Abbiamo sempre voluto che lo spirito della gara fosse uno spirito di grande aggregazione con un giudizio preciso ed onesto da parte dei giurati convocati". "Il Trofeo guarda all'Italia e all'estero con grande ottimismo. Vogliamo che i nostri pizzaioli vengano ammirati ed apprezzati in tutto il mondo, come la nostra pizza. Uno slancio ed una valorizzazione delle nostre tradizioni che possiamo effettuare in tutti i settori".

" Il 2010 è un anno cruciale ed importante - dichiara Sergio Miccù presidente Apn - perche' , dopo l'annuncio fatto poi confermato dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, ad agosto è stato consacrato il marchio Pizza Napoletana STG. In questi dieci anni abbiamo intrapreso un percorso difficile, ma pieno di soddisfazioni, soprattutto all'estero. A Las Vegas, New York, Londra, Parigi ci sono anche soci che portano avanti questa tradizione. Adesso il prossimo obiettivo è quello di assegnare un ruolo ufficiale al mestiere del pizzaioli, professione antichissima.
La recente denominazione Stg data dalla comunità europea, che ha inserito la pizza nell'olimpo delle eccellenze alimentari europee, ha dato vita a dei corsi che si tengono a Napoli, presso alcuni istituti alberghieri della città e che danno titolo ad un attestato di corso. Il flusso di aspiranti pizzaiuoli napoletani sta portando nella città persone provenienti dalla Nuova Zelanda, Cina, Giappone, Inghilterra, Brasile. Infatti proprio a San Paolo del Brasile c'è la più alta concentrazione di pizzerie di tutto il mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento