Cucina

Quarto appuntamento gastronomico de 'I Piatti tipici del Medio Volturno'

Caiazzo - Si è tenuto, sabato 27 ottobre, presso l'azienda agrituristica L'Ape e il Girasole, il quarto appuntamento gastronomico della IV edizione del Concorso I Piatti tipici del Medio Volturno, iniziativa promossa dall'associazione Pro loco...

070410_girasole

Si è tenuto, sabato 27 ottobre, presso l'azienda agrituristica L'Ape e il Girasole, il quarto appuntamento gastronomico della IV edizione del Concorso I Piatti tipici del Medio Volturno, iniziativa promossa dall'associazione Pro loco Caiazzo, in collaborazione con il Coordinamento delle Pro loco del Medio Volturno, l'associazione Cuochi Caserta, la Coldiretti-Terra Nostra Caserta, l'Unpli. Gli ospiti, circa 120 giurati, sono stati accolti dal proprietario, Giuseppe Coscia, che ha brevemente illustrato le peculiarità della sua attività agrituristica, che ha diverse vocazioni, prima fra tutte l'allevamento del maialino nero casertano; poi sono seguiti i saluti di rito del sindaco di Castel Campagnano, Giuseppe Di Sorbo e del presidente della Pro loco di Castel Campagnano, Pietro Marcuccio, che hanno sottolineato l'impegno e la sinergia dell'amministrazione e dell'associazione a favore di quest'iniziativa che insieme ai prodotti tipici locali, valorizza il patrimonio culturale dei territori di riferimento, soprattutto quello immateriale fatto di tradizioni, riti e folklore. Presenti alla serata anche molti bambini, che oltre a ricevere un menù pensato appositamente per loro, hanno potuto usufruire anche di un servizio di animazione messo a disposizione dall'azienda; azienda che è in regime di agricoltura biologica con l'Istituto di Certificazione Etica ed Ambientale (I.C.E.A.), e ha fatto dell'agricoltura ecosostenibile un punto fermo del suo cammino. Lo chef dell'agriturismo L'Ape e il Girasole ha proposto il seguente menù, che veniva motivato da Coscia ed arricchito con aneddoti e curiosità, man mano che venivano servite le portate:Antipasto: Tagliere di salumi di maiale nero casertano e formaggi del territorio con marmellata di albicocche e rosmarino, soffritto di maiale nero casertano con aglio, alloro e peperoncino, "Fronne e lauro e fegatelli" e a sorpresa, fuori menù un pancotto di cicorie e fagioli.Primo: Pettola con ragout di maiale nero casertano e pecorino locale.Secondo: Maialino intero al forno con salsa di pallagrello.Contorno: Patate sotto cenere.Dessert: Forbicelle con (finto) sanguinaccio.
Ad accompagnare il pasto dell'ottimo Pallagrello nero, di produzione propria. Il Pallagrello è un vitigno autoctono a bacca sia bianca che nera, la cui provenienza risale presumibilmente all'antica Grecia. Apprezzatissimo da sempre, fu voluto da Ferdinando IV di Borbone, nel territorio compreso tra monte Silvestro e il Belvedere di San Leucio (Caserta), nella famosa "Vigna del Ventaglio": un semicerchio diviso in dieci raggi, tanto somigliante ad un ventaglio che ne ha preso il nome; ciascun raggio contiene uve di diversa specie. Il quinto appuntamento gastronomico si terrà il 9 novembre alle ore 20.00, a Caiazzo, presso l'agriturismo/fattoria didattica Sangiovanni. Per poter partecipare alla cena, bisogna prenotarsi (telefonicamente al numero 0823.862761) presso la segreteria della Pro Loco Caiazzo, oppure direttamente presso l'agriturismo Sangiovanni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarto appuntamento gastronomico de 'I Piatti tipici del Medio Volturno'

CasertaNews è in caricamento