Cucina

Sesto appuntamento 'I Piatti Tipici del Medio Volturno' IV edizione

Caiazzo - All'agriturismo La Selvetella, partecipante affezionato del concorso I Piatti tipici del Medio Volturno, si è svolta venerdì 23 novembre, la sesta cena-degustazione a base di prodotti tipici locali. A questa seconda tappa caiatina hanno...

All'agriturismo La Selvetella, partecipante affezionato del concorso I Piatti tipici del Medio Volturno, si è svolta venerdì 23 novembre, la sesta cena-degustazione a base di prodotti tipici locali. A questa seconda tappa caiatina hanno partecipato più di cinquanta ospiti, accolti dallo staff della Pro loco e salutati dal primo cittadino Stefano Giaquinto che ha approfittato dell'occasione per ribadire l'importanza dell'iniziativa anche alla luce del recente conferimento alla città di Caiazzo del Coordinamento regionale dell'associazione Città dell'Olio; prodotto quest'ultimo importantissimo per la zona del caiatino, soprattutto in riferimento alla varietà autoctona "tifata calatia" detta "caiazzana". Ad illustrare agli intervenuti le modalità di valutazione e i fini del concorso, ci ha pensato, come di consueto, Maria G. Fiore.
Il menù, a base di prodotti tipici locali, creato ad hoc dalla proprietaria Marina de Angelis per il concorso era composto da: Antipasto: Soffritto casereccio, formaggi di pecora con crostini al miele, pallette di cicoria, zuppa di cicerchie, minestra di scarole "a modo mio", crostini all'olio nuovo.Primo: Cavatelli ai sapori dell'orto.Secondo: Arista su letto di verdure e polpette del generale.Contorno: Patate e cipolle gratinate e verza alla rustica.Dessert: Crostata di miele e noci e spiedino di frutta con granella di nocciole e cioccolato fuso.
Un menù ispirato alle antiche ricette di famiglia, derivanti dall'estro del cuoco Nicola, come descritto di seguito:" Al tempo dei nonni dei miei nonni, al Castello di Caiazzo, lavorava un cuoco eccezionale: Nicola. Preparava banchetti principeschi, ma era gelosissimo delle sue ricette, perciò nelle antiche cucine, lui era il sovrano! A tutti era vietato entrarvi, quando Nicola il cuoco stava elaborando i suoi piatti. Eppure? Alcune ricette sono giunte fino a noi... La mia nonna paterna aveva uno zio Generale di Cavalleria, che detestava le polpette. Il cuoco, pur di fargliele mangiare, ha provato ad intingergliele in salsette varie. Prova e riprova, ne ha tirata fuori una particolare, ideata da lui? Un successo! Da allora quella è diventata, nella nostra famiglia, la "Salsa di zio Edoardo il Generale" e le polpette con essa condite, di conseguenza sono le "Polpette del Generale".

Un legame, quello tra la storia della famiglia de Angelis e la realtà agrituristica de La Selvetella, sottolineata anche dal presidente pro tempore dell'associazione Caiazzo, Giovanni Marcuccio, che assente per ragioni di salute, ha comunque voluto salutare e ringraziare i proprietari per la loro rinnovata fiducia nell'iniziativa con questa dichiarazione: " Per l'associazione Pro loco Caiazzo è un grande onore avere anche per la quarta edizione del concorso I piatti tipici del Medio Volturno un partecipante d'eccezione come l'agriturismo La Selvetella. La sua storia aziendale si intreccia con la storia della famiglia de Angelis, che proprietari del Castello longobardo, si sono sempre occupati di agricoltura e in particolare della coltivazione del gelso, per la bachicoltura, attività che impegnava molte donne caiatine nel cosiddetto "agnulillo". I de Angelis hanno da sempre profuso il loro impegno per il bene della città, tanto che alcuni furono sindaci di Caiazzo o dei paesi limitrofi. Questa loro esperienza pregressa ha consentito agli attuali proprietari dell'attività agrituristica di offrire prodotti tipici e cucina locale dal sapore antico, confortati da specialità che i de Angelis hanno approntato. Nel particolare rapporto istaurato con la Pro loco, un sentito grazie va a Fernando che ha da sempre creduto e sostenuto le iniziative dell'associazione, ed ora anche a sua sorella Marina, entrambi sempre disponibili e collaborativi anche per quanto concerne le visite guidate al Castello di Caiazzo, di loro proprietà."La serata è stata allietata dalle note della chitarra del maestro Enzo Cioffi e dalle interpretazioni di Angela Cerreto e Maria G. Fiore di canzoni tipiche della tradizione locale come A Caiazzo.
Il settimo appuntamento gastronomico si terrà il 6 dicembre alle ore 20.00, ad Alvignano, presso La Cascina Country Club, che ospiterà per l'occasione il caseificio Il Casolare. Per poter partecipare alla cena, bisogna prenotarsi (telefonicamente al numero 0823.862761) presso la segreteria della Pro Loco Caiazzo, oppure direttamente presso la struttura stessa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto appuntamento 'I Piatti Tipici del Medio Volturno' IV edizione

CasertaNews è in caricamento