25mila euro per superare i concorsi, abbreviato per il dipendente del Ministero

Le somme pagate dai genitori dei ragazzi in cerca di un posto di lavoro

La microspia utilizzata per truccare i concorsi

Oltre a doversi difendere dall’accusa di aver preso parte ad un’associazione dedita a truccare i concorsi per le forze armate, il dipendente del Ministero Giuseppe Zarrillo, 54 anni originario di Marcianise e residente a Capodrise, dovrà anche affrontare un altro processo.

Tra pochi giorni, infatti, è fissata l’udienza al tribunale di Santa Maria Capua Vetere dove dovrà rispondere dell’accusa di millantato credito. Si tratta della prima inchiesta che ha coinvolto il 54enne (difeso dall’avvocato Federico Simoncelli) e coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Le indagini curate dalla Guardia di Finanza permisero di scoprire come l’uomo millantava l’agevole conclusione dello svolgimento dei concorsi pubblici della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria, facendosi promettere, in cambio del suo interessamento, somme di denaro o altre utilità, prospettando a tal fine la sua capacità di influenzare i pubblici ufficiali deputati alla predisposizione dei test e delle prove di ammissione e, successivamente, di concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In almeno due circostanze Zarrillo sarebbe riuscito a farsi promettere, da genitori e parenti dei candidati, somme di denaro per importi variabili tra i 20.000 e i 25.000 euro, parte delle quali, pari a 8.000 euro, richieste anticipatamente per intercedere a loro favore, garantendo il superamento dei preliminari test di ammissione e delle visite mediche relativamente ai concorsi banditi nel 2017 dalla Polizia di Stato e dalla Polizìa Penitenziaria, per il reclutamento, rispettivamente, di 1.148 e 540 allievi agenti. Zarrillo sarà processato col rito abbreviato dal giudice per le udienze preliminari Minio del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Oltre 500 positivi e 3 morti in 48 ore: cresce l’allerta Covid nel casertano

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento