rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

"Volevo solo spaventarlo": scarcerata dopo la notte di follia fuori al bar

Le telecamere di sorveglianza scagionano la donna: per il giudice non voleva uccidere l'ex marito armata di due coltelli

"Volevo solo spaventarlo, non volevo ucciderlo". Così ha riferito al giudice Anna N., la 38enne di Caserta che nella tarda serata di martedì ha tentato di accoltellare l'ex marito, B.A., all'esterno di un bar in via Settembrini, nel capoluogo. 

Il giudice Rosaria Dello Stritto, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, accogliendo le istanze del difensore Daniele Delle Femmine, ha scarcerato la donna, derubricando il reato da tentato omicidio a minacce aggravate dal porto di un'arma e, pur convalidando l'arresto operato dai carabinieri, non ha applicato alcuna misura cautelare nei confronti della donna. 

Sono state le immagini della videosorveglianza del bar a fornire al giudice una diversa chiave di lettura rispetto alla contestazione iniziale di tentato omicidio. La 38enne, infatti, è andata al bar armata di due coltelli ed ha inveito contro l'ex marito brandendoli ma solo una volta ha provato a colpirlo alle gambe senza riuscirci. Il litigio, anzi, è durato una ventina di minuti in cui i due si sono lanciati vicendevolmente oggetti e lo stesso B.A. nel corso della lite si sarebbe alzato più volte la maglia per provocare la donna invitandola a colpirlo ma questa si teneva a debita distanza mostrando, così, che "non avesse minimamente l'intenzione di uccidere o ferire". 

Le sue intenzioni sono state anche chiarite nel corso dell'interrogatorio di garanzia durante il quale la donna ha precisato di non aver mai pensato di uccidere l'ex, tant'è che non lo aveva mai colpito. La sua intenzione, ha riferito al giudice, era solo quella di spaventarlo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Volevo solo spaventarlo": scarcerata dopo la notte di follia fuori al bar

CasertaNews è in caricamento