rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Violenze in carcere, video incompleti alla difesa: “Processo da rifare”

La richiesta di alcuni legali che invocano la nullità del decreto di rinvio a giudizio

“Processo nullo, procedura da ripetere”. È la richiesta di alcuni legali in relazione al processo sulle violenze nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Una scelta motivata da alcune parti mancanti e ‘tagli’ sui video sulle violenze che la Procura ha fornito alla difesa dei 105 imputati. È quanto sostengono, come riporta l’Ansa, alcuni legali, in particolare gli avvocati Giuseppe Stellato e Edoardo Razzino, difensori, tra gli altri, dell'ex comandante della Polizia Penitenziaria del carcere sammaritano Gaetano Manganelli.

Gli avvocati hanno chiesto al collegio di Corte d'Assise di dichiarare la nullità del decreto che ha disposto il giudizio per tutta una serie di cause che avrebbero provocato la lesione del diritto di difesa, e quindi la nullità dell'intero procedimento. La Corte si è riservata la decisione che verrà resa nota nelle prossime udienze, forse già domani, lunedì 27 maggio.

Gli avvocati, si apprende, hanno chiesto ai giudici di rimettere gli atti al pm affinchè ripeta tutta la procedura, a partire dalla richiesta di rinvio a giudizio; si richiede inoltre di valutare la questione di legittimità costituzionale delle norme del codice di procedura penale nella parte in cui non prevedono la nullità del decreto in caso di mancato deposito del pm di tutti gli atti su cui si fonda la richiesta di rinvio a giudizio, e di dichiarare l'inutilizzabilità dei video e in caso di rigetto di tutte le richieste, di citare nuovamente tutti i quasi 80 teste d'accusa sentito fino ad oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze in carcere, video incompleti alla difesa: “Processo da rifare”

CasertaNews è in caricamento