Violenza sessuale sulla figlia dell'ex compagna, condannato

L'uomo avrebbe anche minacciato di morte la ragazzina per farla stare zitta

Sei anni di reclusione. Questa la sentenza d'Appello pronunciata dai giudici della Corte d'Appello di Napoli nei confronti di D. M., 43 anni di Alife, accusato di violenza sessuale nei confronti della figlia della ex compagna.

La corte partenopea, accogliendo parzialmente le tesi dei difensori, gli avvocati Emanuele Sasso e Giuseppe Stellato, ha rideterminato la sentenza pronunciata in primo grado (7 anni e mezzo) e concedendo una riduzione di pena all'imputato. I legali, alla luce delle motivazioni della decisione, preannunciano ricorso in Cassazione. 

Il processo nasce dalla denuncia presentata dalla ex compagna per maltrattamenti in famiglia. Quando la ragazza venne chiamata a testimoniare trovò il coraggio di raccontare agli inquirenti quegli abusi subiti da quando aveva appena 12 anni e fino alla maggiore età. Per farla stare zitta, secondo il suo racconto, il 43enne l'avrebbe anche minacciata di morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento