rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Santa Maria a Vico

Drogata e violentata dal mago: Cassazione annulla la condanna

Accolto il ricorso dei difensori del 68enne sulla tardività della querela presentata dalla vittima

Svolta in Cassazione per Vincenzo D. M., 68enne di Santa Maria a Vico da tutti conosciuto come Mago Hermes, accusato di violenza sessuale nei confronti di una sua 'cliente'.

La terza sezione della corte romana ha accolto il ricorso presentato dai legali del 68enne, gli avvocati Luca Di Caprio e Carlo Perrotta, ed annullato la condanna a 6 anni e 4 mesi inflitta dalla Corte d'Appello di Napoli. Al momento non sono state ancora rese note le motivazioni della Suprema Corte ma i motivi del ricorso della difesa ruotavano intorno all'improcedibilità per l'intempestività della querela da parte della persona offesa. Una questione su cui ora dovrà confrontarsi necessariamente una nuova sezione della Corte d'Appello dinanzi alla quale è stato rinviato il procedimento da parte degli 'ermellini'. 

Secondo quanto ricostruito, la donna, dopo una cena a casa del mago si era svegliata nella sua abitazione, intorpidita, senza ricordare nulla della sera precedente. Si mise alla guida ma più volte venne colta dal torpore al punto da uscire per 2 volte di strada. Per questo venne ricoverata. All'esito delle prime analisi, le venivano riscontrate tracce di benzodiazepine, sia nel sangue che nelle urine. Dagli accertamenti successivi emerse che il mago l'avrebbe prima narcotizzata e poi violentata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drogata e violentata dal mago: Cassazione annulla la condanna

CasertaNews è in caricamento