Ville occupate dai rom, le ruspe avviano la demolizione | FOTO

Iniziate all'alba le procedure di sgombero delle famiglie e di demolizione delle case

La demolizione delle ville abusive

Avviate le operazioni di sgombero dei nuclei familiari e di abbattimento degli immobili realizzati abusivamente nelle aree del comparto C1 di Sant’Arpino. Il tutto ha preso il via stamattina intorno alle 6 quando un nutrito gruppo di forze dell'ordine si è recato nell'area dove sono stanziati due nuclei familiari di etnia rom, per un totale di 18 persone, per dare esecuzione ad una sentenza passata in giudicato ed alla successiva ordinanza di demolizione. 

Dopo l’asporto delle masserizie e dei beni mobili presenti all'interno degli immobili, è cominciato l'abbattimento degli stessi. Le operazioni, ancora in corso, al momento si sono svolte in maniera del tutto pacifica. Sembra, dunque, avviarsi a conclusione un'annosa vicenda che si protrae da anni e che più volte è finita anche sotto la lente di ingrandimento dei mass media nazionali. 

Nel febbraio scorso era infatti arrivato anche l’appello al ministro Matteo Salvini che era intervenuto proprio sulla vicenda di Sant’Arpino dando la disponibilità a “risolvere il problema”. Promessa mantenuta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento