Video porno di una studentessa fa il giro del web: 5 ragazzi nei guai

Al via il processo per i cyberbulli accusati di pedopornografia

Il video fatto girare in rete

Video e foto pornografiche fatte girare attraverso whatsapp e nelle chat con diversi utenti. Un episodio di cyberbullismo che ha avuto come vittima una studentessa e come suoi aguzzini 5 suoi coetanei, tra cui due ragazze di Maddaloni ed altri tre di Acerra, finiti sotto processo con l'accusa di pedopornografia. 

Ieri dinanzi al Tribunale per i Minori si è svolta l'udienza del processo a carico del gruppo di cyberbulli che hanno invocato la "messa alla prova", cioè la sospensione del processo a loro carico in cambio dello svolgimento di lavori di pubblica utilità. Una forma di pentimento su cui il giudice si è riservato per verificare se sussistono le condizioni per la "pena alternativa". 

I fatti di cui al processo si sono verificati tra aprile e maggio del 2017 quando i cinque, all'epoca tutti minorenni, iniziarono ad inoltrare tra di loro ma anche in una chat con 108 partecipanti le fotografie ed un video pornografico ritraente la loro amica. 

Il processo riprenderà a febbraio. Nel collegio difensivo ci sono gli avvocati Massimiliano Di Fuccia, Luigi Montano, Domenico Paolella, Gianluca Viscardi e Marcello Severino

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Schianto in autostrada: due km di coda

Torna su
CasertaNews è in caricamento