Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Cellole

Video hot negli spogliatoi, chiesti due anni per il coach

L'uomo è accusato anche di stalking nei confronti di una collega di lavoro

Due anni con pena sospesa. E' stata questa la richiesta del pubblico ministero del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di F.F., infermiere di Cellole, accusato di stalking nei confronti di una collega con la quale aveva avuto una relazione e di aver registrato con una telecamera nascosta le giocatrici di pallavolo della squadra che allenava.

Il pm ha chiesto la condanna per tutti i capi d'imputazione ad eccezione di una delle imputazioni per stalking per la quale il pm ha chiesto l'assoluzione. Il processo riprenderà a metà gennaio per la conclusione delle arringhe dei difensori delle parti civili e la possibile sentenza che dovrebbe arrivare, comunque, entro la fine del mese. 

Secondo l'accusa l'uomo subì una denuncia per stalking da parte della collega. La donna disse ai magistrati che l'infermiere avrebbe ripreso a sua insaputa le loro performance sessuali. Dalle indagini vennero trovati non solo i video di quegli incontri hot ma anche quelli registrati nello spogliatoio delle pallavoliste. Secondo la versione dell'imputato quella telecamera nascosta, su una penna, serviva a registrare le partite in modo da studiare eventuali punti deboli delle avversarie e solo per caso finì nello spogliatoio delle ragazze. La difesa delle parti civili è stata affidata agli avvocati: Stefano Alfieri, Edoardo Razzino e Gabriele Gallo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video hot negli spogliatoi, chiesti due anni per il coach

CasertaNews è in caricamento