rotate-mobile
Cronaca

Medici ed infermieri 'no vax': in 200 rischiano la sospensione nel casertano

Partite le raccomandate per il personale sanitario dell'Asl di Caserta che non risulta vaccinato

Sono circa 200 le lettere inoltrate dall'Asl di Caserta ad altrettanti dipendenti, tra medici ed infermieri, che da un primo screening non risultano vaccinati. 

E' stato avviata così, dunque, la 'caccia' al personale sanitario 'no vax' che adesso avrà 5 giorni per giustificare la propria scelta. In pratica, medici ed infermieri sono stati convocati per spiegare il motivo per cui non risultano vaccinati negli elenchi dell'Asl. 

Ma secondo una stima dell'Asl, una parte potrebbe essersi vaccinata fuori regione senza comunicarlo all'Azienda, o potrebbe essere non in condizioni fisiche idonee per vaccinarsi (si pensi ad esempio alle donne in stato interessante) o perché guariti dal Covid in tempi recenti.

L'Asl valuterà le repliche e qualora non si configurassero impedimenti al vaccino a medici ed infermieri 'no vax' verrà intimato l'obbligo vaccinale entro 3 giorni, trascorsi i quali rischiano la sospensione dall'albo professionale di riferimento. Con ogni probabilità, le conclusioni dei procedimenti arriveranno subito dopo Ferragosto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici ed infermieri 'no vax': in 200 rischiano la sospensione nel casertano

CasertaNews è in caricamento