ELEZIONI AL VELENO Vandalizzati i manifesti del pronipote di Mussolini

La denuncia del candidato alle Europee per Fratelli d'Italia: "Sono stati gli sfigati rossi"

I manifesti vandalizzati di Caio Mussolini

Si conferma alta la tensione ad Aversa in vista delle elezioni, e non solo quelle comunali. Dopo i ripetuti atti vandalici avvenuti nelle scorse settimane ai danni di candidati della Lega, questa volta tocca a ad un altro esponente della destra.

Come denunciato da Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote del Duce in campo per Fratelli d’Italia nella circoscrizione Sud, nei giorni scorsi sono stati danneggiati alcuni suoi manifesti elettorali per le Europee. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mirino del candidato della Meloni sono finiti “i soliti sfigati rossi”, come vengono definiti gli autori del raid. “Invece di affiggere i propri manifesti - accusa Mussolini - danneggiano quelli degli altri. Il loro odio contro il tricolore é solo benzina per i nostri cuori. Ad Aversa come altrove, noi andiamo avanti più forti di prima. Vogliamo cambiare l’Europa e difendere l’interesse nazionale a Bruxelles dopo anni persi a fare gli scendiletto di Francia e Germania”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Terribile schianto, giovane coppia finisce in ospedale | LE FOTO

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

Torna su
CasertaNews è in caricamento