rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Cancello ed Arnone

Vaccino illegale, assolti due allevatori bufalini

Erano accusati di maltrattamento sugli animali per aver inoculato l'RB51

Allevatori bufalini accusati di maltrattamento di animali, somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica, commercio di sostanze alimentari nocive e ricettazione vengono assolti perché i fatti non sussistono.

È stata questa la decisione del giudice Giuliana De Angelis del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di due allevatori bufalini - N.D.V e P.D.V. di Cancello ed Arnone - accogliendo la tesi difensiva dell'avvocato Ferdinando Letizia in merito all'estraneità dei due allevatori responsabili di aver somministrato in modo illegittimo il vaccino anti brucella RB51.

A seguito di un controllo dell'Asl Veterinaria casertana e dei Nas del Capoluogo presso l'allevamento di bovini e bufale da latte sito in via Provinciale per Castel Volturno a Cancello ed Arnone, sono stati trovati in alcuni capi di bestiame degli anticorpi alla brucella. Venne ipotizzato quindi dagli accertatori che i due allevatori avessero inoculato illegittimamente il vaccino  RB51 Antibrucella Abortus nei capi di bestiame addivenendo alle restanti contestazioni.

La difesa ha evidenziato quanto in quell'area fosse intervenuta un campagna di vaccinazione indetta proprio dall'Asl Veterinaria casertana e che lo sviluppo degli anticorpi nelle bufale poteva risalire a quell'arco temporale. Mancando molte correlazioni con gli addebiti contestati ai due allevatori, il giudice sammaritano li ha assolti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino illegale, assolti due allevatori bufalini

CasertaNews è in caricamento