Cronaca Recale

"Paga o ti ammazziamo, non abbiamo paura neanche di Sandokan"

Le minacce del gruppo di estorsori finiti nell'inchiesta della procura

“Ti ammazziamo a te e a tutta la tua famiglia, che non abbiamo paura di nessuno, nemmeno di Sandokan”. Si rivolgeva così Bartolomeo Rossi ad una sua vittima, C.D.N., commerciante ambulante, per recuperare i soldi che aveva prestato con tassi usurai. È quanto emerge dall’inchiesta della procura di Santa Maria Capua Vetere che ha portato all’arresto di Nicola Greco, 48enne di Recale accusato di estorsioni ed usura assieme a moglie e figlia, per cui è stato disposto invece il divieto di dimora in Provincia di Caserta.

IL PRESTITO A TASSI USURAI

Rossi, indagato a piede libero, detto “o’cocchiere”, era incaricato di recuperare i soldi prestati da Greco all’ambulante, in difficoltà economica. L’uomo aveva intascato una cifra di 2mila euro, gli estorsori avevano quindi preteso una corresponsione maggiorata di interessi pari a 300 euro mensili.

MINACCE E VIOLENZE

Di fronte al mancato pagamento della cifra, il commerciante veniva quindi continuamente minacciato di morte da Nicola Greco, dalla moglie Laura Spada e la figlia Giulia Greco. Il capofamiglia inoltre si presentava a casa dell’uomo pretendendo la somma di 4mila e 700 euro in una unica soluzione, corrispondente al capitale iniziale prestato e gli interessi da febbraio a novembre 2015. Anche in quel frangente C.D.N. veniva percosso con schiaffi e calci.

SANDOKAN

Sempre a casa del commerciante si recava quindi Rossi, che intimava all’ambulante di non sporgere denuncia: “Attenzione che devi pagare – è la minaccia di “o’cocchiere” – non fare alcuna denunzia, non rivolgerti a nessuno o ti ammazziamo a te e a tutta la tua famiglia, che non abbiamo paura di nessuno, nemmeno di Sandokan”. La banda millantava, secondo gli inquirenti, amicizie con la fazione Schiavone del clan dei Casalesi, citando appunto il boss Francesco Schiavone, recluso al 41 bis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Paga o ti ammazziamo, non abbiamo paura neanche di Sandokan"

CasertaNews è in caricamento