Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Aversa

Imprenditore usuraio in manette, nella sua 'rete' i colleghi in difficoltà economica | IL NOME

L'indagine su Ferdinando Graziano ha permesso la confisca di beni per 10 milioni di euro

Erano per lo più imprenditori dell’agro aversano in difficoltà economica i ‘clienti’ di Ferdinando Graziano, l’imprenditore 58enne di Aversa finito in manette questa mattina nell’operazione coordinata dalla Procura di Napoli Nord ed eseguita dai militari del gruppo della Guardia di Finanza normanna.

Indagato per usura aggravata, esercizio abusivo dell'attività finanziaria ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, Graziano aveva creato tra il 2014 e il 2016 un business illegale che gli ha permesso di concedere prestiti personali per circa 200mila euro, ricevendo in cambio interessi enormi.

Le ricchezze accumulate da Graziano sono state confiscate nell’ambito dell’indagine all’imprenditore e ai suoi familiari, in possesso di quote societarie ma non indagati. Nel mirino della Procura sono finiti così ben 32 immobili, tra case e capannoni industriali sparsi in tutto l’agro aversano, due imbarcazioni e tre auto di lusso, tra cui una Land Rover.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore usuraio in manette, nella sua 'rete' i colleghi in difficoltà economica | IL NOME

CasertaNews è in caricamento