Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Recale

Racket della pubblicità ed usura: 5 condanne

Il tribunale ha inflitto dai 15 ai 2 anni a carico degli imputati

Cinque condanne per il pizzo dei gadget pubblicitari e l'usura ai danni di un'impresa di onoranze funebri.

E' stata questa la sentenza emessa dalla terza sezione penale - collegio B presieduto dal giudice Maria Alaia - che ha condannato Francesco Mastroianni, 60 anni di Recale, a 12 anni di reclusione; Andrea Mastroianni, 40 anni di Castel di Sasso, a 11 anni di reclusione; Luigi Noia, 56 anni di Recale, a 15 anni e 8 mesi di reclusione; Michele Mastroianni - difeso dall'avvocato Nello Sgambato - 47 anni di Recale, a 3 anni e 2 mesi di reclusione a fronte di una richiesta di condanna di 12 anni; Luigi Lazzerotti, 44 anni di Recale, a 2 anni di reclusione.

Il collegio giudicante ha inoltre inflitto come pene accessorie l'intedizione perpetua dai pubblici uffici per Francesco Mastroianni, Andrea Mastroianni e Luigi Noia, mentre è stata disposta l'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni per Michele Mastroianni. La sentenza è arrivata nel pomeriggio di oggi.

Il pubblico ministero della Dda D'Alessio aveva invocato nel corso della sua requisitoria 15 anni per Noia; 12 anni ciascuno per Andrea e Michele Mastroianni; 10 anni per Luigi Lazzarotti, e 7 anni per Francesco Mastroianni. Nell'ambito della stessa inchiesta venne coinvolto anche Silverio D'Aria che ha rimediato 4 anni e 4 mesi con rito abbreviato. Nel collegio difensivo sono stati impeganti gli avvocati Vincenzo Russo, Nicola Marino, Nello Sgambato ed Enzo Domenico Spina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Racket della pubblicità ed usura: 5 condanne

CasertaNews è in caricamento