Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Recale

Usura e spaccio di droga: in 6 rischiano il processo

Fissata l'udienza preliminare per la famiglia Greco: tassi di interesse superiori al 1400%

Droga, usura e minacce. Per questo motivo il pm Daniela Pannone ha chiesto il rinvio a giudizio per sei persone. L'udienza preliminare si celebrerà all'inizio di ottobre al tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

A rischiare di finire sotto processo sono Nicola Greco, 48enne di Recale, sua moglie Laura Spada, 47enne di Recale, sua figlia Giulia Greco, 25enne di Recale, e Bartolomeo Rossi, 56enne di Recale, tutti accusati di usura. Rischiano di finire alla sbarra anche Nicola De Silva, 25enne di Recale, e Gaetano Crocetta, 43enne di Caserta, accusati di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno permesso di accertare la responsabilità in capo agli indagati in ordine a tre episodi di condotte usurarie, seguite da azioni estorsive con minacce alle persone dalle quali si pretendeva la restituzione del denaro, con tassi di interesse anche superiori al 1460%. In un caso, addirittura, un venditore ambulante di frutta venne minacciato dell'incendio del proprio camion da Nicola Greco, detto 'o Zingaro, che pretendeva di avere il monopolio della vendita di frutta a Recale.

Nicola De Silva e Gaetano Crocetta, invece, sono accusati di spaccio di droga per aver ceduto sostanze stupefacenti ad alcuni acquirenti in piazza Giovanni XXIII, nei pressi delle scuole medie a Recale.

Nel collegio dei difensori sono impegnati gli avvocati Nello Sgambato, Francesco Russo ed Angelo Santoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura e spaccio di droga: in 6 rischiano il processo

CasertaNews è in caricamento