rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Usura, esce dal carcere il figlio del ras dei Belforte

Il gip ha concesso a Buonanno la misura degli arresti domiciliari

Esce dal carcere dopo meno di 10 giorni Giovanni Buonanno, figlio del ras dei Belforte Gennaro, arrestato nell'inchiesta per usura che ha coinvolto anche l'imprenditore dei supermercati Paolo Siciliano. Il gip ha accolto totalmente l'istanza del difensore dell'indagato, l'avvocato Giuseppe Foglia, concedendo a Buonanno, 41 anni di Marcianise, la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella meno afflittiva della detenzione domestica. 

Buonanno è indagato dalla guardia di finanza in un'indagine sull'usura ai danni di un imprenditore che avrebbe versato ai Buonanno tassi che arrivavano fino al 130% l’anno. Per il recupero del credito Buonanno padre e figlio avrebbero anche minacciato la vittima. 

L'imprenditore Siciliano, invece, a cui è contestata l'associazione mafiosa, avrebbe anche minacciato la vittima prima che la stessa venisse ascoltata dalla Guardia di Finanza, affinché testimoniasse sulla consegna degli assegni incassati dall’imprenditore. Soldi per circa 85mila euro che, secondo la prospettazione degli inquirenti, sarebbero poi stati utilizzati per le attività del “Gruppo Siciliano”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura, esce dal carcere il figlio del ras dei Belforte

CasertaNews è in caricamento