Cronaca Recale

USURA Lo 'Zingaro' confessa e scagiona moglie e figlia

Greco ammette le sue colpe ma prova a salvare i familiari indagati

Nicola Greco, detto 'o Zingaro, confessa e scagiona la moglie, Laura Spada e la figlia Giulia. Nella giornata di lunedì il 48enne di Recale, arrestato la scorsa settimana per usura, ha ammesso le proprie responsabilità confermando al giudice per le indagini preliminari Rossi il quadro probatorio acquisito a suo carico da parte dei carabinieri.

Greco, accompagnato dal suo avvocato Nello Sgambato, ha ammesso le minacce emerse dalle intercettazioni per recuperare le somme prestate e gli interessi. Somme date a venditori ambulanti ma anche ad alcuni tossicodipendenti che "conoscevo da tempo", ha spiegato al magistrato. E sulla partecipazione delle due donne ai suoi affari Greco ha negato: "loro non c'entrano".

Con la confessione spontanea cambia ora lo scenario per Laura Spada e Giulia Greco, colpite dalla misura cautelare del divieto di dimora a Recale, che dovranno presentarsi dinanzi al gip domani, 2 maggio, per l'interrogatorio di garanzia. Le due sono difese anche loro dall'avvocato Nello Sgambato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

USURA Lo 'Zingaro' confessa e scagiona moglie e figlia

CasertaNews è in caricamento