Commerciante nella morsa dell'usura, tre condanne

La sentenza pronunciata dal giudice Donatiello: 6 assolti

Erano accusati di usura

Tre condanne e 6 assoluzioni. Questa la sentenza pronunciata dal giudice Roberto Donatiello nei confronti di altrettanti imputati accusati, a vario titolo di usura esercitata nei confronti della titolare di una ricevitoria di Maddaloni. 

Il giudice ha inflitto 4 anni a Tommaso Giglio, titolare di una gioielleria di Maddaloni; 2 anni e 8 mesi per Lorenzo Vinciguerra e 2 anni per Luigi Marciano. Assolti, invece, Giuseppe Fedele, Costanza Orso (moglie di Giglio), Francesco Carfora, Antonio Avenia, Gaetano Galbiati e Cioffi.

I fatti di cui al processo si sono verificati nel 2011 quando la commerciante, costituitasi parte civile con gli avvocati Andrea Balletta e Gianluca Giordano, si trovò nella spirale degli usurai, iniziando a contrarre debiti con altre persone per fare fronte a prestiti ricevuti. In soli sei mesi avrebbe restituito circa 200mila euro a fronte di prestiti pari alla metà. Nel collegio difensivo sono stati impegnati gli avvocati Gianfranco Rossi, Michele Ferraro, Santoro, Stroffolino, Corsiero, Gallo e Grasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento