Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Usura ed estorsione, arrestato noto tatuatore

E' stato sempre considerato da vicino ad un pezzo grosso dei Casalesi

Un noto tatuatore, collegato ad un pezzo da 90 del clan dei Casalesi, è stato arrestato dai carabinieri di Cassino con l’accusa di usura ed estorsione ai danni di due imprenditori. Cristiano Vento, 43 anni, come racconta FrosinoneToday, è finito in manette, perché sarebbe ritenuto responsabile dei reati di usura ed estorsione a danno di due imprenditori della Provincia: il primo operante nel settore della ristorazione e il secondo in quello del commercio delle autovetture. A fronte dei diversi prestiti avuti nel tempo, alle due vittime avrebbe applicato un tasso di interessi pari al 20% mensili e quindi oltre il 200% annui. A chiedere la custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Cassino, il dottor Domenico Di Croce, è stato il magistrato Roberto Bulgarini Nomi. Vento, assistito dagli avvocati di fiducia Mariano Giuliano, Gianluigi Buono e Giusy Nicosia, è considerato da sempre vicino a Gennaro De Angelis, considerato l’emissario del clan dei Casalesi nel basso Lazio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura ed estorsione, arrestato noto tatuatore

CasertaNews è in caricamento