Trenta ulivi secolari divorati dalle fiamme | LE FOTO

L'incendio in un terreno a Castel Campagnano. Sul posto i vigili del fuoco

Il rogo a Castel Campagnano

Fiamme tra gli ulivi secolari di Castel Campagnano. In via Peschiera poco dopo le 15 sono stati divorati dalle fiamme 8.000 metri quadrati di vegetazione tra cui 30 ulivi. Le lunghe lingue di fuoco sono state notate dai passanti ed è scattato l'allarme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La squadra dei vigili del fuoco di Piedimonte Matese con l'ausilio di un mezzo boschivo ha circoscritto il rogo. Il personale della Regione Campania e della Provincia con l'ausilio di mezzi boschivi ha coadiuvato i caschi rossi di Piedimonte Matese nelle operazioni di spegnimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • SPECIALE ELEZIONI Graziano non sfonda a Caserta nonostante i big. Zinzi è il più votato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento