Uccisa dal marito, i figli di Stefania avranno il suo cognome

La Prefettura di Caserta accoglie la richiesta: "Quel nome evocava solo brutti ricordi". Il marito condannato all'ergastolo

Stefania Formicola ed il marito D'Aponte

I figli di Stefania Formicola, la 28enne di San Marcellino uccisa dal marito Carmine D'Aponte nell'ottobre del 2016, porteranno il cognome materno. Lo ha deciso la Prefettura di Caserta che ha accolto la richiesta presentata dal legale della famiglia sul cambio di cognome. 

"Ora i bimbi diventati Formicola possono dire è finita - annuncia su Facebook il nonno materno e padre della vittima Luigi Formicola - E non sentire più quel cognome che gli arrecava solo danni e brutti ricordi". Formicola ha poi ringraziato l'avvocato Lino Longobardi che "col suo meticoloso lavoro ha effettuato la pratica".

Stefania venne uccisa con un colpo di pistola al petto dal marito Carmine D'Aponte, di Lusciano. La giovane aveva deciso di lasciarlo. La mattina del 19 ottobre D'Aponte l'aveva avvicinata per un ultimo chiarimento facendola salire in auto. Lì le aveva sparato uccidendola. Per questo è stato condannato all'ergastolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

Torna su
CasertaNews è in caricamento