Via i Tutor dalle Autostrade. Lo ha deciso un giudice

“Devono essere rimossi e distrutti”

Autostrade per l’Italia dovrà rimuovere e distruggere tutti i Tutor ubicati lungo i tratti di propria competenza. Lo ha deciso la Corte di Appello di Roma che ha accolto il ricorso presentato dalla Craft Srl che accusava la società Autostrade di aver copiato un sistema che era tutelato da brevetto.

Come riporta Today, nella sentenza di legge che la società Autostrade per l’Italia “deve rimuovere il sistema di sorveglianza sul traffico stradale denominato Tutor o Safety Tutor in quanto costituisce ”contraffazione del brevetto nazionale d’invenzione n.IT01.310.318 di cui è titolare la Craft s.r.l.”. Con la stessa sentenza si dispone anche “la distruzione di tutte le attrezzature esistenti sulle autostrade gestite da Autostrade per l’Italia costituenti violazioni del brevetto nella titolarità di Craft s.r.l. e fissa per ogni giorno di ritardo nell’osservanza dell’inibitoria il pagamento, a titolo di sanzione civile, di euro 500 da parte di Autostrade per l’Italia spa in favore di Craft s.r.l.”.

LA MAPPA DEI TUTOR

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

Torna su
CasertaNews è in caricamento