rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Marcianise

Tutor illegale sull'Asse Mediano, revocata un'altra multa

Il giudice accoglie il ricorso presentato da un'automobilista

Nonostante la sospensione dell'occhio elettronico sulla Strada Provinciale 335 a Marcianise, decretata alla fine di dicembre 2019 dal commissario prefettizio Michele Lastella, i verbali continuano ad esser notificati agli automobilisti. È successo ad una donna, P. G., difesa dall'avvocato Armando Capasso, che si è vista recapitare un verbale di contestazione elevato dal comando della polizia municipale di Marcianise per aver ecceduto i limiti di velocità nel novembre 2019 nel tratto di strada in direzione Aversa, riscontrati con l'ausilio dei fotogrammi prodotti dal sistema fisso per il rilevamento in automatico delle infrazioni Celeritas Evo 1506.

Il Giudice di Pace del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Bruno Dursio ha annullato il verbale impugnato dichiarandone l'illegittimità grazie alle eccezioni eccepite dal legale. Si eccepiva infatti l'illegittimità del limite di velocità di 60 km/h imposto sulla SP 335 che in quanto strada extra urbana doveva esser pari a 110 Km/h. Si contestava il difetto di omologazione nonché l'irregolare funzionamento dell'apparecchio utilizzato così come l'idoneità e l'illegittimità della segnaletica verticale di segnalazione della presenza del sistema di rilevamento della velocità. L'avvocato Capasso ha evidenziato la violazione dell'obbligo di informazione e di civile trasparenza gravante sulla P. A. ottenendo così l'accoglimento del ricorso e l'annullamento del provvedimento amministrativo contestato.

Dopo gli innumerevoli ricorsi presentati e vinti, il commissario prefettizio decise di bloccare l'impietoso tutor sull'Asse Mediano per fare chiarezza su un sistema difettato. Se da un lato si riempirono le casse dell'ente comunale poiché in appena quattro mesi di utilizzo vennero elevate contravvenzioni del valore di circa 10 milioni di euro, di contro la palese incongruenza del fissare un limite di velocità a 60 km/h su una strada a doppia corsia ed a scorrimento veloce, non poté esser taciuta dagli oltre 60mila automobilisti a cui sono state notificate le violazioni al codice della strada. Nelle more della sospensione dell'occhio elettronico è stato chiesto alla Provincia l'innalzamento dei limiti di velocità su quel tratto di strada da parte del Comune di Marcianise. Dubbi però permangono sulla corretta installazione del sistema di rivelazione della velocità, questione posta all'attenzione della Procura di Santa Maria Capua Vetere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutor illegale sull'Asse Mediano, revocata un'altra multa

CasertaNews è in caricamento