rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Tuffi nella Reggia, la direttrice vuole più controlli. "La nostra indagine non è finita"

Verifiche in corso su come Sforza sia entrato con l'auto nel parco. "Ripreso dalle telecamere"

"Mai più tuffi nella Reggia di Caserta". Dopo il caso del 37enne Paolo Sforza che è riuscito ad entrare con l'automobile all'interno del parco, per poi tuffarsi nella vasca di Venere e Adone (fatti per i quali è stato denunciato dai carabinieri), la direttrice della Reggia Tiziana Maffei vuole che non accadano più eventi del genere.

"Episodi come questi - racconta all'AdnKronos - ed altri che sono capitati in passato non devono mai più verificarsi. Abbiamo attivato anche una verifica interna per controllare come sia stato possibile che questa persona sia entrata senza alcun controllo. Rafforzeremo il sistema di sorveglianza soprattutto in alcuni periodi come in questi giorni quando la Reggia ha ospitato diversi eventi. Le telecamere degli ingressi laterali hanno ripreso l'esibizionista in un orario diverso da quello che lui ha dichiarato. Ci sono ancora delle verifiche in atto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuffi nella Reggia, la direttrice vuole più controlli. "La nostra indagine non è finita"

CasertaNews è in caricamento