rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Maddaloni

Prima il finto direttore delle Poste, poi il sedicente avvocato: la banda delle truffe di nuovo in azione

Nel mirino due anziani che vivono a poca distanza. I casi segnalati alle forze dell'ordine

Tentate truffe agli anziani: duplice copione per truffare gli ottantenni. E’ quanto accaduto a Maddaloni dove nel primo pomeriggio due 80enni in via Alturi sono finiti di una banda di truffatori.

Nel primo caso, un uomo, fingendosi il direttore della locale filiale delle Poste, ha telefonato alla vittima designata asserendo che un familiare si era messo nei guai con un assegno scoperto e che di lì a poco sarebbe stato denunciato alle forze dell'ordine. Per convincere l'anziano lo fanno parlare con il finto parente con voce rotta dal pianto chiedendo l'aiuto economico (oscillante tra i 500 ed i 900 euro).

Nel secondo caso, invece, è stata provata la telefonata del finto incidente stradale del congiunto, con un veicolo sprovvisto da assicurazione. Ma la soluzione sarebbe stata a portata di mano: consegna di contante, anche in questo caso dai 500 ai 1000 euro, per riparare il danno. Al telefono, stavolta, si è presentato un sedicente avvocato incaricato dal familiare di provvedere al danno.

Sono oramai 48 ore che a Maddaloni, non solo in via Alturi, ma anche nelle zone limitrofe, si verificano questi tentativi di truffa. Alcune vittime non sono cascate nel tranello teso loro dai truffatori e si sono rivolti alle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima il finto direttore delle Poste, poi il sedicente avvocato: la banda delle truffe di nuovo in azione

CasertaNews è in caricamento