rotate-mobile
Cronaca Aversa

Truffe con lo 'schema Ponzi': condanna mini per Luigi Fiordiliso

I giudici lo hanno riconosciuto colpevole per violazione delle norme sull’intermediazione finanziaria ed una truffa 'prescritta'. Assolti gli altri 3 imputati

Una condanna ‘mini’ e tre assoluzioni. Si è chiuso così il processo davanti alla Seconda Sezione Collegio B (presidente Cioffi) del tribunale di Napoli Nord per le truffe dello ‘schema Ponzi’ ad Aversa. I giudici hanno condannato ad un anno e 6 mesi Luigi Fioridiliso per violazione delle norme sull’intermediazione finanziaria, mentre lo hanno assolto per le truffe. Solo una è stata ritenuta provata ma è stata dichiarata la prescrizione. Fiordliso è stato condannato al risarcimento delle parti civili costituite da quantificarsi in sede civile. Assolti, invece, gli altri imputati Marcello Fiordiliso, Antonio e Clementina Della Volpe.

Secondo la ricostruzione della Procura, Fioridiliso ed il cognato Della Volpe, pur non avendo alcun mandato da società o imprese autorizzate, hanno operato dal 2009 al 2014 quali promotori finanziari. Gli stessi, approfittando della fiducia di un elevato numero di persone e prospettando loro lauti guadagni tramite investimenti in titolo sul petrolio e sul rame, inducevano le vittime a farsi consegnare i loro risparmi per una cifra superiore ai 3 milioni di euro.

Le parti civili sono state rappresentate dagli avvocati Raffaele Costanzo, Nicola Basile, Giuseppe Nespoli, Amedeo Barletta, Ciro Ferrucci e Mara Esposito Gonella. Nel collegio difensivo, invece, erano impegnati gli avvocati Filippo Trofino, Francesco Picca, Giuseppe Stellato, Paolo Trofino e Alfredo Marrandino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe con lo 'schema Ponzi': condanna mini per Luigi Fiordiliso

CasertaNews è in caricamento