rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Truffa a 3 Comuni sulle pesate dei rifiuti: consulenti della Procura in isolamento per Covid

L'udienza è stata rinviata a gennaio per ascoltare e leggere la loro relazione

Il Covid fa capolino nel processo sulla truffa delle pesate dei rifiuti che vede imputati l'imprenditore Francesco Iavazzi e l'ex dirigente comunale di Caserta Carmine Sorbo (quest'ultimo coinvolto solo per il filone che riguarda il Capoluogo).

I consulenti della Procura che avrebbero dovuto essere ascoltati nel corso dell'ultima udienza, infatti, non hanno potuto partecipare in quanto in isolamento fiduciario. Si torna in aula a inizio gennaio.

Secondo l'accusa Iavazzi, difeso dall'avvocato Gennaro Iannotti, avrebbe alterato il sistema di pesatura degli automezzi che pervenivano ai due stabilimenti (Impresud ed Ecologia Iavazzi) in modo da attestare una quantità di rifiuti di gran lunga superiore a quelli effettivamente trasportati, con evidente aggravio per le casse comunali dei comuni di Caserta, San Nicola la Strada e Maddaloni.

Per le vicende relative a San Nicola la Strada il giudice Patrizia Iorio ha già pronunciato sentenza di non luogo a procedere per intervenuta prescrizione (le contestazioni della Procura risalgono al periodo 2011-2013) con il dissequestro e la restituzione a Iavazzi di 662mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa a 3 Comuni sulle pesate dei rifiuti: consulenti della Procura in isolamento per Covid

CasertaNews è in caricamento