rotate-mobile
Cronaca Casal di Principe

Truffa in Comune, inchiesta partita da 'segnalazione interna'. "Non abbiamo commesso reati"

Il sindaco Natale si dice 'tranquillo' sull'indagine dei carabinieri che lo coinvolge insieme agli assessori

Una segnalazione dell’ex segretario del Comune Virginia Terranova ha fatto partire le indagini sui Lavoratori socialmente utili a Casal di Principe.

Sono partite così le indagini che hanno portato i carabinieri a focalizzare l’attenzione sulla gestione degli Lsu anche da parte di alcuni appartenenti all’amministrazione comunale, di cui si ipotizza una responsabilità nell’anomala programmazione e registrazione del servizio e nelle illecite retribuzioni corrisposte a costoro.

Nel corso dell’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, si è appurato che l’amministrazione comunale avrebbe erogato in modo illegittimo somme di denaro per ore di lavoro mai prestate, che venivano comunicate dagli stessi lavoratori ai loro referenti senza un effettivo controllo sia della presenza che delle prestazioni rese. Per questo motivo risultano iscritti nel registro degli indagati anche il sindaco Renato Natale e gli esponenti della sua giunta.

Il medico, interpellato dall’Ansa, si è detto tranquillo per l’indagine. "La magistratura fa il suo dovere ed io sono sereno e convinto che le indagini di Procura e carabinieri accerteranno che non abbiamo commesso reati”. Agli amministratori viene contestato di non aver emesso atti di indirizzo e pianificazione per l'impiego dei lavoratori socialmente utili. Lsu che sono stati stabilizzati negli anni scorsi dal Comune con contratti part-time. Natale e gli altri esponenti di giunta rispondono di abuso d'ufficio in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa in Comune, inchiesta partita da 'segnalazione interna'. "Non abbiamo commesso reati"

CasertaNews è in caricamento