Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Truffa delle fustelle dei farmaci: 5 condanne

I ricettari rubati all'Asl di Caserta venivano falsificati per ricevere i rimborsi dal Sistema Sanitario Nazionale

Cinque condanne per la truffa delle fustelle dei farmaci. Sono quelle pronunciate nei confronti di farmacisti napoletani e loro collaboratori dal tribunale di Napoli. 

I giudici hanno inflitto 1 anno e 4 mesi per Emilio R. e Martina M.; 2 anni per Antonio C. e Vitale P.; 3 anni per Ornella P. I giudici hanno concesso il beneficio della sospensione della pena per Emilio R., Martina M. e Antonio C.. Nel collegio difensivo sono stati impegnati gli avvocati Nello Sgambato, Bruno Von Arx e Donenico Ducci.

L'indagine aveva fatto luce sulla ricettazione di circa 4500 ricette mediche asportate dall'Unità Operativa Assistenza di Base del distretto sanitario dell'Asl di Caserta. Le ricette venivano falsificate mediante l'utilizzo di dati di ignari pazienti e di ignari medici di base e poi venivano presentate presso alcune farmacie del napoletano dove venivano apposte le fustelle dei farmaci per chiedere il rimborso al Sistema Sanitario Nazionale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa delle fustelle dei farmaci: 5 condanne

CasertaNews è in caricamento