Paga la merce con assegni rubati, denunciato | FOTO

I poliziotti scoprono il circuito dei truffatori: ditta casertana subisce un danno di 30mila euro

La merce acquistata illegalmente

La polizia di Stato di Caserta ha denunciato in stato di libertà C.G. 43enne napoletano, pregiudicato, in qualità di amministratore unico di una società con sede in Senigallia (AN), poiché ritenuto responsabile del reato di truffa. L’indagine è partita a seguito della denuncia sporta alla Squadra Mobile di Caserta dall’amministratore di una società con sede in provincia di Caserta, nei confronti dell’amministratore unico della società con sede in Senigallia (AN), poichè vittima di una truffa.

Le immediate attività d’indagine hanno permesso di appurare che il 43enne, aveva posto in essere, in concorso con altre persone, una truffa ai danni di I.A., titolare della società sita nel casertano, al quale aveva pagato regolarmente la prima consegna di merce, in particolare detersivi, prodotti per l’igiene e la sanificazione di ambienti, per poi richiedere l’acquisto di altra merce, della medesima natura, che stavolta aveva “pagato” con vari assegni, i quali, a seguito di accertamenti della Sezione Antirapina della Squadra Mobile casertana, risultavano rubati.

Il danno economico subito dalla società casertana ammonta a circa 30mila euro. Attraverso ulteriori e rapide verifiche, i poliziotti dell’antirapina, sono riusciti ad identificare il circuito di trasporto utilizzato dalla società di Senigallia (AN), per l’invio della merce acquistata illegalmente, individuata in una terza ditta, operante nel campo della logistica, con sede nell’agro aversano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori della Sezione Antirapina si sono recati nell’agro aversano e hanno proceduto al recupero delle 6 pedane, contenenti circa 3000 colli per un valore di 7mila euro, i quali riconosciuti dal legittimo proprietario gli sono stati restituiti. Per tali fatti, dopo gli accertamenti di rito, il 43enne napoletano è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento