rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca San Felice a Cancello

"Non è più socialmente pericoloso", no alla sorveglianza speciale per 41enne

La sezione misure di prevenzione del tribunale sammaritano ha rigettato la proposta del questore di Caserta di applicazione della misura di prevenzione

Non è più socialmente pericoloso. E' la considerazione della sezione misure di prevenzione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Enzo De Sena, 41enne di San Felice a Cancello, assistito dall'avvocato Pasquale Daniele Delle Femmine.

Il giudice Marinella Graziano, con a latere Francesco Balato e Valerio Trovato, ha rigettato la proposta formulata dal questore di Caserta, di applicazione della misura di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, per difetto dell'attualità della pericolosità sociale.

Il questore casertano ha formulato la sua proposta nei confronti di De Sena 'sulla base di elementi sintomatici di pericolosità, in quanto De Sena è indiziato di vivere abitualmente con i proventi di attività delittuose, per essere dedito alla commissione di delitti che offendono l'integrità fisica o morale dei minorenni, la sanità, la sicurezza o la tranquillità pubblica'.

Enzo De Sena vanta numerosi precedenti per reati contro al patrimonio e per spaccio di sostanze stupefacenti. A parere dei giudici della sezione misure di prevenzione del tribunale sammaritano, "se da un lato non può negarsi che De Sena sin da giovane ha posto in essere sistematicamente comportamenti delittuosi senza soluzione di continuità; dall'altro non può sottacersi che non risultano ulteriori segnalazioni di alcun tipo di violazione ovvero di elementi a carico, valutabili nel senso della attualità della pericolosità, in quanto le condotte illecite si arrestano a luglio 2010".

Per tali motivi la proposta di applicazione della misura della sorveglianza speciale è stata rigettata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non è più socialmente pericoloso", no alla sorveglianza speciale per 41enne

CasertaNews è in caricamento