Ucciso dal treno, identificata la vittima: riconosciuta dai vestiti

La salma sequestrata dall'autorità giudiziaria: è di un 31enne

E' di Michele Diana, 31enne di San Cipriano d'Aversa, il corpo ritrovato senza vita alla stazione Albanova. L'uomo è stato colpito da un treno in corsa, ed è stato riconosciuto dalla Polfer di Villa Literno grazie solamente all'abbigliamento che indossava. Immediatamente avvisati anche i familiari che hanno confermato gli indumenti che il 31enne portava quel giorno. Era stato già lanciato l'allarme della scomparsa fino alla tragica scoperta. Michele Diana era disoccupato e stava vivendo un periodo difficile ma nessuno ad oggi sa dire, con certezza, se si sia trattato di un incidente oppure di un gesto estremo.

L'uomo infatti è stato visto da alcuni residenti alla stazione e non è escluso che possa aver commesso un errore superando i binari. Sì perché è ormai uso comune utilizzare i binari per passare da una banchina ad un'altra, con il sottopassaggio che è praticamente inutilizzato da molti pendolari. La stazione è controllata ogni giorno e non è escluso che possa esserci qualche immagine di videosorveglianza che possa aver ripreso l'intera scena e che quindi possa fare chiarezza sull'intero accaduto.

Il corpo adesso è disposizione dell'autorità giudiziaria e solamente nelle prossime ore sarà liberata la salma per l'ultimo saluto al 31enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento