rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Castel Volturno

Traffico illegale di rifiuti, i camionisti fanno scena muta davanti al gip

L'interrogatorio di garanzia per i De Martino ai domiciliari dopo l'inchiesta della finanza di Torino

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Giovanni, Giuseppe e Maurizio De Martino, tutti di Castel Volturno, coinvolti nell'inchiesta della Procura di Torino su un traffico internazionale di rifiuti. 

I tre, finiti agli arresti domiciliari, si sono presentati dinanzi al Gip Enea del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per l'interrogatorio di garanzia nel corso del quale non hanno risposto alle domande del magistrato. I legali dei tre - gli avvocati Gianluca Giordano, Luca Di Caprio, Lucia Tommasi ed Enrico Mastrantuono - annunciano ricorso al riesame al tribunale di Torino. 

Secondo l'accusa i De Martino avrebbero materialmente trasferito rifiuti metallici alla volta di società acquirenti accompagnati da documenti di trasporto falsi. In particolare i rottami risultavano formalmente acquistati presso varie società slovacche ma, in realtà, venivano comprati in nero da altre aziende del Nord Italia e trasferiti verso fonderie o altre società commerciali del settore per essere reimmessi nel circuito produttivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico illegale di rifiuti, i camionisti fanno scena muta davanti al gip

CasertaNews è in caricamento