rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Castel Volturno

Titolare di officina assolto dopo 2 anni di battaglie in tribunale

Nel 2020 il deposito venne sequestrato ed il titolare dell'autofficina denunciato

Assoluzione per il titolare di una autofficina a Castel Volturno denunciato per attività di gestione di rifiuti non autorizzata. È quanto disposto dal giudice monocratico Alessandra Cesare del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Mario G. 34enne di Castel Volturno accogliendo la tesi difensiva del legale del titolare dell'autofficina l'avvocato Francesca Luongo.

La vicenda nacque il 7 febbraio 2020 allorquando gli agenti della polizia municipale castellana ed i carabinieri della locale stazione scovarono presso l'autofficina sita in via Domiziana al km 30+800 sul retro della medesima un capannone abusivo dove all'interno c'erano sversati rifiuti speciali pericolosi e non costituiti da motori auto, parti meccaniche, pneumatici, pezzi di ricambio, materiale ferroso, pezzi di carrozzeria e materiale ferroso. Il deposito venne sequestrato ed il titolare dell'autofficina denunciato.

Nel corso del dibattimento dalla difesa è stato evidenziato che il 34enne era solo il titolare dell'autofficina e che nulla sapeva del capanno di proprietà del titolare dello spiazzo e che non erano stati fatti controlli sulla pericolosità o meno dei rifiuti. Mario G. regolarmente chiamava una apposita ditta dedita al recupero dei rifiuti prodotti dalla sua attività. Tesi che ha portato il giudice monocratico a propendere per l'assoluzione del 34enne castellano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Titolare di officina assolto dopo 2 anni di battaglie in tribunale

CasertaNews è in caricamento