rotate-mobile
Cronaca

Terra dei Fuochi, scattano multe e sequestri: controlli anche nel caseificio

Controlli in 4 Comuni: l'operazione per 'stanare' chi non rispetta le regole in maniera ambientale

Ancora una forte azione dello Stato in “Terra dei Fuochi” con unità dell’Esercito Italiano e Forze dell’Ordine, che sulla base della programmazione della Cabina di Regia “Terra dei fuochi”, presieduta dall’Incaricato Filippo Romano, sotto il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta, hanno controllato nel corso di tutta la settimana decine di attività commerciali, con un imponente dispiegamento di personale e mezzi, anticipato dalla ricerca e sorveglianza del territorio dagli Aeromobili a Pilotaggio Remoto e pattuglie a terra dell’Esercito oltre che dai droni dei Vigili del Fuoco e dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza.

L'operazione tra Caserta, San Nicola la Strada e Casagiove

Giovedì 26 aprile, il Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano, a guida Primo Reggimento Bersaglieri, insieme alle Forze di Polizia territoriali, ha operato con ordinanza della Questura di Caserta, nei comuni di Caserta, San Nicola la Strada e Casagiove. Le attività congiunte hanno visto impiegate pattuglie dell’Esercito, Polizia locale San Nicola la Strada, Polizia locale Casagiove, Polizia Metropolita di Napoli, Carabinieri Forestali di Caserta, Polizia Municipale Ambientale Caserta, ASL di Caserta, ICQRF, ARPAC di Caserta.

In particolare, a Caserta, è stato effettuato un controllo presso attività di trasformazione e lavorazione di plastica, il proprietario è stato denunciato e sanzionato a causa di rifiuti stoccati illegalmente, nella circostanza, sono stati sequestrati rifiuti pericolosi e non, tra cui residui di plastica, materiale legnoso ed oli esausti, è stata elevata una contravvenzione per 129 Mila euro ed è stato disposto il  sequestro di tutta l’attività (600mq); a Casagiove, presso un Caseificio, il proprietario è stato sanzionato a causa di irregolarità sulle etichettature dei prodotti sfusi e, a seguito dell’attività ispettiva, sono state riscontrate inadempienze sulla gestione dei lavoratori, a San Nicola la Strada, presso una ditta di lavorazione porte e infissi, il proprietario è stato sanzionato per sversamento illegale di acque reflue ed immissione non autorizzata di fumi nell’ atmosfera,  l’intera attività è stata posta sotto sequestro (300 mq).

Le attività ad Aversa

Venerdì 28 ad Aversa, presso alcune aziende, in una attività congiunta con la Polizia locale ed i Carabinieri della territoriale, durante alcuni controlli, sono state sequestrate aree per un totale di 650 mq, controllate 3 attività commerciali, identificate 5 persone di cui 3 denunciate per reati ambientali ed amministrativi e 2 sanzionate con ammende per un totale di oltre 93mila euro. Le donne e gli uomini dei Corpi di Polizia, Pubblica Sicurezza e Forze Armate con determinazione ed encomiabile impegno, costantemente in prima linea, stanno sferrando duri colpi al malaffare e all’illegalità, colpendo in modo mirato e selettivo le attività illegali, l’abusivismo e lo smaltimento illecito di rifiuti, dando un forte segnale della presenza dello Stato a favore e in difesa di cittadini e dei territori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei Fuochi, scattano multe e sequestri: controlli anche nel caseificio

CasertaNews è in caricamento