Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Succivo

No-vax tenta il suicidio dopo aver contratto il Covid

Un 44enne si accoltella e poi si lancia dal balcone: "Non credeva al virus"

(foto di repertorio)

Un 44enne dell'agro aversano “no-vax” e “negazionista” tenta il suicidio per aver contratto il Covid-19. A rivelarlo è Manuel Ruggiero, presidente dell'associazione no-profit 'Nessuno tocchi Ippocrate'. 

"La postazione 118 di Succivo è stata allertata presso la strada provinciale Teverola-Carinaro per tentato suicidio - spiega Ruggiero - Da quanto emerge dal racconto dei sanitari, un uomo di 44 anni, si sarebbe dapprima accoltellato e poi si sarebbe lanciato dal balcone".

Tempestivo e provvidenziale è stato l’intervento dei sanitari del 118 che lo hanno trasportato all'ospedale di Caserta, dove ora si trova ricoverato in gravi condizioni. "Il motivo di tale gesto, come riferito dalla moglie, è stato quello di aver contratto il Covid, proprio lui fermamente convinto no vax e negazionista - aggiunge Manuel Ruggiero - Non accettava il fatto che erano decadute tutte le sue teorie".

“Continuiamo a sottolineare il fatto che le uniche evidenze da seguire sono quelle scientifiche alle quali dobbiamo attenerci fermamente! Vaccinatevi e usate la mascherina abbinata ad un distanziamento sociale!”, conclude il presidente dell'associazione 'Nessuno tocchi Ippocrate'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No-vax tenta il suicidio dopo aver contratto il Covid

CasertaNews è in caricamento