rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Due donne tentano truffa ma vengono arrestate

Hanno cercato di farsi consegnare 3500 euro con l'inganno del finto pacco per il nipote, ma sono state fermate dagli agenti della polizia municipale

Vogliono truffare un'anziana con l'inganno del finto pacco per il nipote, ma vengono incastrate dalla polizia municipale. E' quanto accaduto nella serata di mercoledì a Santa Barbara, frazione del comune di Caserta, dove due donne originarie del napoletano, di 19 e 30 anni, con la solita telefonata sull’utenza telefonica fissa hanno contattato un’anziana del luogo, riferendo di essere corrieri che dovevano consegnare un pacco per il nipote, previo pagamento della somma di 3.500 euro.

Per fortuna l'anziana donna subito si è resa conto della truffa ed ha prontamente allertato gli agenti della polizia locale. I vigili urbani (in particolare il capitano D’Alessio, il maresciallo Norelli e l'assistente Vitelli), guidati dal comandante Luigi De Simone, si sono dunque precipitati presso l'abitazione della donna a Tuoro dove, con un appostamento, hanno atteso l'arrivo delle due malfattrici. 

Le due donne hanno raggiunto l’abitazione dell’anziana donna a bordo di una Fiat Panda e mentre la passeggera effettuava lo scambio con la vittima fuori al cancello di ingresso dell’abitazione di quest’ultima, la conducente posizionava il veicolo pronto per la fuga. Tuttavia non appena arrivate presso la dimora dell'anziana, le due truffatrici napoletane sono state bloccate dagli agenti della Municipale e tratte in arresto in flagranza di reato.

Notiziata l’autorità giudiziaria, sono stati disposti gli arresti domiciliari per entrambe. A loro carico è stato effettuato il sequestro di tre cellulari, della Fiat Panda noleggiata e del pacco oggetto dello scambio consistente in un involucro di colore giallo formato A4, notoriamente utilizzato per la spedizione tramite corrieri, contenente cinque quadernoni utilizzati dagli scolari, in modo da rendere il pacco pesante e voluminoso al fine di trarre in inganno l’anziana donna. Durante la perquisizione sono stati rinvenuti anche 0,65 grammi di stupefacenti sottoposti a sequestro.

cellulari sequestrati-2

Un'operazione encomiabile, dunque, che ha consentito di sventare la truffa. "Voglio esprimere la più grande gratitudine alla polizia municipale di Caserta, al suo comandante De Simone e alle forze di polizia intervenute ieri sera a bloccare e assicurare alla legge due malfattrici che hanno intentato un raggiro con truffa ai danni di una signora - ha affermato il consigliere comunale Andrea Boccagna - È stato l'esempio di una encomiabile azione di polizia, coordinata in ogni particolare ancorché si è svolta in tempi rapidi dove non c'era tempo di predisporre un piano più articolato".

Intanto si avvicina il periodo natalizio e la preoccupazione più grande è che si moltiplicheranno i tentativi di raggiri, truffe e rapine. "Teniamo tutti gli occhi aperti e se dovessimo avere la sensazione che si stia per verificare qualcosa fuori norma, avvisiamo subito le forze dell'ordine", tuona il consigliere Boccagna. Il Comune di Caserta "sensibilizza la cittadinanza tutta a tenere gli occhi aperti ed ad allertare tempestivamente le forze dell’ordine in caso si notasse qualcosa di strano. Particolare attenzione devono avere le persone anziane vittime preferite di incalliti truffatori professionisti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due donne tentano truffa ma vengono arrestate

CasertaNews è in caricamento