Cronaca

Caos prenotazioni, tensioni all’Asl: arriva la polizia

Un uomo ha litigato con un dirigente e gli la lanciato il telefonino

La sede dell'Asl di Caserta in via Unità Italiana

Da una parte le giornate dedicate al vaccino AstraZeneca che stanno riscuotendo grande successo; dall’altra la tensione di chi, pur essendosi registrato sulla piattaforma, ancora non viene contatto per la dose anti Covid. E’ la doppia faccia della medaglia della campagna vaccinale dell’Asl di Caserta dove, ogni giorno, si presentano decine di persone, perlopiù over 60, che lamentano di essersi inseriti in piattaforma ma di non essere ancora stati contattati.

Una scena simile a quella che è stata vissuta in mattinata in via Unità Italiana, quando però si è reso necessario l’intervento di una volante della Questura di Caserta per identificare un utente molto teso. E che, pochi minuti prima, al termine di una lite con un dirigente dell’Asl al quale aveva chiesto chiarimenti sulla sua situazione, gli ha preso il cellulare sbattendolo a terra. Assistita la scena, è intervenuta la guardia giurata che ha provato ad allontanare l’utente mentre altri dipendenti allertavano le forze dell’uomo. L’uomo è stato identificato dagli agenti della Volante: toccherà adesso al dirigente decidere se presentare o meno la denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos prenotazioni, tensioni all’Asl: arriva la polizia

CasertaNews è in caricamento