rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Bocciato il riconoscimento del Teatro Mugnone come monumento nazionale

La maggioranza non approva la proposta presentata dal consigliere Delle Curti

La maggioranza di Marcianise boccia il riconoscimento del Teatro Mugnone come Monumento Nazionale. Nella seduta del Consiglio Comunale tenutasi il 23 maggio 2024, presso la Casa Comunale di Marcianise, è stata discussa la mozione riguardante il riconoscimento del Teatro Mugnone come monumento nazionale. La proposta, presentata dal consigliere Raffaele Delle Curti, ha suscitato un acceso dibattito tra i membri del consiglio.

La seduta, presieduta dal presidente Antimo Zarrillo e verbalizzata dal segretario comunale Maria Carmina Cotugno, ha visto la presenza di 23 consiglieri su 25. La votazione ha portato alla bocciatura della mozione, con 10 voti favorevoli e 12 contrari. Tra i contrari si annoverano i consiglieri Trombetta Antonio, Acconcia Tommaso, Colella Giandomenico, De Martino Raffaele, Iodice Maria Luigia, Laurenza Carmela, Letizia Vincenzo, Moriello Domenico, Pratillo Giovanni, Ricciardi Angelo, Rondello Antimo e lo stesso presidente Zarrillo. Un solo consigliere, Giuseppe Tartaglione, si è astenuto.

Il consiglio ha quindi deliberato di non approvare la proposta di riconoscimento del Teatro Mugnone come monumento nazionale, nonostante il sostegno di una parte dei consiglieri.

Questa decisione rappresenta un passo indietro per coloro che speravano di vedere il Teatro Mugnone ricevere un riconoscimento ufficiale per il suo valore storico e culturale. Il dibattito ha evidenziato la divisione di opinioni all'interno del consiglio comunale riguardo alla valorizzazione del patrimonio locale.

La comunità di Marcianise dovrà quindi continuare a sostenere e promuovere il Teatro Mugnone attraverso altre iniziative e percorsi, in attesa di future opportunità di riconoscimento ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocciato il riconoscimento del Teatro Mugnone come monumento nazionale

CasertaNews è in caricamento