rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Il Tar sospende la chiusura della pescheria disposta dal Comune

Accolta l'istanza del legale Buffardi per la sospensione del provvedimento cautelare dell'attività sulla Domiziana a Castel Volturno

Il Tar della Campania sospende la chiusura della Pescheria Nasti in meno di una settimana.

E' quanto disposto dall'ottava sezione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, presieduta dal giudice Alessandro Tomassetti, che ha accolto l'istanza di tutela cautelare interinale, avanzata dall'avvocato Achille Buffardi nell'interesse del titolare dell'attività commerciale di via Domiziana al km 25,9, a Castel Volturno.

Il Comune di Castel Volturno il 2 maggio scorso ha emanato un provvedimento recante la cessazione dell'esercizio dell'attività di vicinato per il commercio al dettaglio nonchè la chiusura dei locali nei quali veniva svolta l'attività di commercio ittico.

L'atto disposto dal funzionario dell'area Attività Produttive e Ciclo Idrico Integrato del municipio castellano, ha fatto seguito a un sopralluogo della polizia municipale locale e alla successiva relazione al Suap. Gli agenti hanno riscontrato che l'avvio dell'attività era posta in essere in locali privi di agibilità ai fini commerciali. Per gli accertatori  il certificato di agibilità rilasciato nel 1998 dal funzionario del servizio urbanistica era scaduto. 

Il legale del ricorrente ha fatto emergere una ricostruzione dei fatti diversa tanto da indurre il Tar ad accogliere la richiesta di sospensiva nelle more della trattazione collegiale il prossimo giugno. 

La Pescheria Nasti quindi è regolarmente aperta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar sospende la chiusura della pescheria disposta dal Comune

CasertaNews è in caricamento