menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tangenti in Comune, il funzionario ascoltato dai magistrati per 4 ore

Della Peruta è accusato di aver intascato denaro per "sistemare" i condoni

È stato ascoltato per oltre 4 ore dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Michele Della Peruta, il funzionario addetto all'Ufficio tecnico del Comune di Maddaloni accusato di aver messo in piedi un sistema criminale che, dietro il pagamento di tangenti, permetteva il rilascio di pratiche false per i permessi a costruire. Della Peruta nel corso dell’interrogatorio ha sempre negato di aver intascato soldi per favorire le pratiche.

Il sistema illecito, escogitato da Della Peruta, si sostanzia nell'utilizzo di falsi bollettini di conto corrente postale già validati e relativi agli anni 1986-1987, sui quali, il cittadino interessato ad ottenere la riduzione o l'azzeramento del debito con il Comune - dopo aver consegnato al funzionario pubblico una somma di denaro quale indebito corrispettivo dell'interessamento - avrebbe dovuto soltanto indicare un importo di denaro in lire; importo che poi sarebbe stato effettivamente decurtato dalla somma complessiva dovuta, attraverso l'inserimento del bollettino stesso - da parte del funzionario corrotto - nell'incartamento relativo alla pratica concernente la richiesta di sanatoria edilizia, in modo tale da far risultare che il pagamento degli oneri concessori, delle sanzioni e del conguaglio dovuto a titolo di oblazione, fosse già stato effettuato nel 1986 o nel 1987.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento