menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il canile di Caserta

Il canile di Caserta

Sversamenti illeciti al canile, il dirigente si difende in tribunale

Natale ribadisce come dalla documentazione in suo possesso fosse tutto a norma

Si è difeso dinanzi al giudice Giuseppe Meccariello del tribunale di Santa Maria Capua Vetere il dirigente del Comune di Caserta Giovanni Natale, accusato degli sversamenti illeciti all'interno del canile municipale. 

Natale nel corso del suo esame in tribunale ha prima di tutto chiarito che al momento del blitz dei Nas, che hanno scoperto l'illecito, aveva ricevuto la delega da parte del commissario Nicolò, che all'epoca reggeva l'Ente di Palazzo Castropignano, da appena 3 mesi e che l'anomalia riscontrata da un'approfondita indagine effettuata sul posto non sarebbe stata riscontrabile dagli atti in suo possesso. Insomma sulla carta tutto era in regola con il progetto risalente al 2013-2014 mentre la delega venne assegnata a Natale solo nel 2015.

Il processo è stato rinviato, dunque, ad ottobre quando verrà escusso in aula un consulente tecnico di parte che parlerà di come, comunque, fosse tutto a norma e che la contestazione derivasse da un'interpretazione errata della normativa. Il dirigente è difeso dall'avvocato Vincenzo Iorio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento