rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Cesa

Sindaco condannato per stalking nei confronti dell'ex moglie

Guida incassa 2 anni con pena sospesa. Legale annuncia ricorso in Appello

Due anni con pena sospesa. Questa la decisione del giudice Nigro del tribunale di Napoli Nord nei confronti del sindaco di Cesa Enzo Guida, accusato di stalking e diffamazione nei confronti dell'ex moglie. Un mese, invece, è stato inflitto al padre del primo cittadino che avrebbe partecipato alla condotta diffamatoria inviando presunte lettere anonime. 

Secondo l'accusa Guida avrebbe tentato di mandare via l'ex moglie (dalla quale è in fase di separazione) dalla casa matrimoniale creando un clima di paura attorno a lei. In primis mandando lettere anonime alla famiglia dell'uomo che frequenta la sua ex e poi raccontando la storia su Facebook attraverso profili fake. 

Accuse che Guida ha sempre respinto. Nel corso del dibattimento sarebbe emersa la conflittualità del rapporto coniugale ma dagli atti della separazione non ci sarebbero episodi di maltrattamento. Comunque sia il giudice ha condannato Guida a 2 anni, concedendogli il beneficio della sospensione della pena. Una sentenza che non andrà ad inficiare la sua carica di sindaco e di consigliere provinciale, trattandosi di vicende strettamente private. 

Si attendono le motivazioni che verranno depositate entro 90 giorni. Proprio i motivi della sentenza saranno oggetto delle valutazioni del difensore di Guida, l'avvocato Vittorio Giaquinto, che preannuncia ricorso in Appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco condannato per stalking nei confronti dell'ex moglie

CasertaNews è in caricamento