Lo stalker casertano di Giorgia Meloni condannato a 2 anni di reclusione

Riconosciuto anche il vizio parziale di mente: dopo il carcere, Nugnes dovrà stare per un anno in una struttura sanitaria

La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni

Due anni di reclusione più uno di ricovero in una Rems (la residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza, una struttura sanitaria per gli autori di reato affetti da disturbi mentali e ritenuti pericolosi) per Raffaele Nugnes, l'uomo di Trentola Ducenta ai domiciliari dallo scorso 31 luglio, accusato di stalking contro la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. A decidere la condanna è stata la Prima Sezione penale del tribunale di Roma che ha accolto quanto chiesto dal pm Pantaleo Polifemo.

Secondo quanto riferito dall'agenzia Adnkronos, per l'uomo è stato riconosciuto il vizio parziale di mente e quindi terminato i due anni di reclusione dovrà stare in una Rems. Stando a quanto sottolineato nella perizia eseguita dal professor Andrea Balbi, direttore del dipartimento di salute mentale dell'Asl Roma3 e presidente della Società Italiana di Psichiatria della Regione Lazio, nominato dal tribunale come perito, Nugnes è socialmente pericoloso e affetto da un disturbo delirante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stalker casertano aveva scritto messaggi minatori e diffamatori sulla propria pagina Facebook contro la leader di Fratelli d'Italia, parte civile nel procedimento. La Meloni in udienza aveva raccontato di aver appreso dei messaggi di minaccia quando era stata allertata dalla Digos. "Io non l'ho mai incontrato - aveva raccontato Meloni nell'udienza del 29 gennaio scorso - né a Garbatella né in altri posti di Roma. Ma dalla lettura di quei messaggi che mi sono stati segnalati la mia vita è cambiata". "Sentenza giusta che rispecchia quanto risultato dalla perizia psichiatrica che ho ritenuto di chiedere" commenta il legale della Meloni, Urbano Del Balzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento