Spara anche alle "specie protette": denunciato cacciatore

Il blitz anti-bracconaggio dei carabinieri del nucleo Forestale: sequestrato il fucile

Scatta la denuncia per un cacciatore ed il sequestro del suo fucile da caccia. Questo il bilancio di un'attività di contrasto al bracconaggio svolta dai militari della stazione Carabinieri Forestale di Vairano Patenora, unitamente a Guardie Zoofile appartenenti all’E.N.P.A. di Caserta, che hanno deferito in stato di libertà un cacciatore di 47 anni.

In particolare i militari, nel corso di un servizio di contrasto al bracconaggio in località via Filette di Vairano Patenora, hanno proceduto al controllo di un cacciatore, identificato in M.P., scoprendo che nel carniere delle specie abbattute vi erano anche 3 esemplari di storno (Sturnus vulgaris), specie nei cui confronti la caccia non è consentita.

I militari intervenuti hanno proceduto nei confronti del cacciatore al sequestro giudiziario del fucile da caccia calibro 12 marca Pietro Beretta e dei 3 esemplari di storno abbattuti, deferendo il trasgressore in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria.

La selvaggina sequestrata, essendo materiale deperibile, è stata sepolta. Il sequestro è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Tenta strage con l’auto alla stazione e ferisce 2 donne casertane I FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Schianto sull'Asse Mediano, muore motocicilista

  • Agguato con la pistola contro tre persone, arrestato dopo il blitz in casa

  • 3 ARRESTI Pizzo alla ditta di caffè, in manette fedelissimo di Iovine

Torna su
CasertaNews è in caricamento